RISTRUTTURARE UN AGRITURISMO SECONDO NORMATIVE

Ristrutturare un agriturismo secondo normative. Rilancio di un agriturismo a Roma. Ristrutturazione agriturismo Roma. Ristrutturazione settore agrituristico

SETTORE AGRITURISTICO: LA TIPOLOGIA DI CLIENTE

“Le persone intelligenti vengono in un agriturismo, perché vogliono immergersi in un mondo quasi sconosciuto. Non hanno mai munto una capra, non sanno governare un cavallo, non conoscono il profumo dopo la pioggia che c’è in campagna, dopo l’erba tagliata, e tanti altri profumi, che sono profumi di passione” (cit. Imprenditore agricolo, dal programma TV “E la chiamano Estate”)
Precisando innanzitutto che noi di PoliHotelSolution consideriamo intelligenti anche coloro che scelgono di alloggiare in tutte le altre tipologie di struttura ricettiva, concordiamo su tutto il resto di questa dichiarazione, che, analizzata nella sostanza, fa capire molto di quello che è il mondo del settore Agrituristico. Un mondo completamente diverso da quello della modernità e lusso degli hotel, immersi spesso nel caos di grandi e/o importanti città. Ristrutturazione settore agrituristico.
All’interno di un agriturismo infatti si praticano le attivita’ di ricezione e ospitalita’ esercitate dagli imprenditori agricoli, attraverso l’utilizzazione della propria azienda in rapporto di connessione con le attivita’ di coltivazione e/o di allevamento di animali.
Rientrano fra le suddette attività:
a) dare ospitalita’ in alloggi o in spazi aperti destinati alla sosta di campeggiatori;
b) somministrare pasti e bevande costituiti prevalentemente da prodotti propri e da prodotti di aziende agricole della zona, ivi compresi i prodotti a carattere alcoolico e super-alcoolico, con preferenza per i prodotti tipici e caratterizzati dai marchi DOP, IGP, IGT, DOC e DOCG;
c) organizzare degustazioni di prodotti aziendali;
d) organizzare, anche all’esterno dei beni fondiari nella disponibilita’ dell’impresa, attivita’ ricreative, culturali, didattiche, di pratica sportiva,etc., finalizzate alla valorizzazione del territorio e del patrimonio rurale. Ristrutturare un agriturismo secondo le normative.

 

Ristrutturare un agriturismo secondo normative. Ristrutturazione settore agrituristico

 

 

SETTORE AGRITURISTICO: CLIENTI E NORMATIVE REGIONALI

Ma il cliente che sceglie l’Agriturismo non è solamente la persona che ama la natura, le attività all’aria aperta, la vita di campagna ed il buon cibo salutare, ma è anche colui che vuole fuggire dal caos delle medie e grandi città, e che non amando la modernità ed il lusso, preferisce un settore che negli anni non è mai stato soggetto a vere e proprie evoluzioni da un punto di vista architettonico e tecnologico. Questo perché la Normativa Nazionale colloca le strutture ricettive agrituristiche in un contesto di salvaguardia e/o valorizzazione delle aree agricole (di cui l’Italia ha sempre avuto un grande patrimonio, da Nord a Sud), motivo per cui, anche le nuove costruzioni che dovranno esservi edificate, dovranno sempre mantenere un aspetto architettonico rurale, ossia quello di una tipica casa colonica. Questo spiega il boom avuto negli ultimi tempi da questo settore, in un momento in cui c’è anche una forte ricerca del Vintage, motivo per cui persino grossi marchi del settore abbigliamento hanno raddoppiato le vendite dei loro capi solo con il riutilizzo di vecchi loghi di moda negli anni ’80 e ’90.
Lungi però lontani dal pensare che questa conservazione coincida anche con un non progresso e noncuranza dell’aspetto igienico-sanitario e di quello strutturale, aspetto non poco considerevole specialmente durante quest’ultimo periodo a causa del Covid. La Normativa Nazionale affida la regolamentazione igienico-sanitaria e le suddette linee guida alle Regioni, ma si dimostra flessibile con le strutture ricettive di piccole dimensioni, permettendo l’uso della cucina domestica per la somministrazione di non più di dieci pasti, e permettendo l’idoneità dei locali con il solo requisito dell’abilità qualora ci siano al massimo dieci posti letto. In parole povere, per piccole realtà, è sufficiente che la struttura rispetti semplicemente i requisiti qualitativi di un normale edificio ad uso abitativo. Ristrutturare un agriturismo secondo normative. Ristrutturare un agriturismo nel Lazio.

 

 

RISTRUTTURARE UN AGRITURISMO SECONDO NORMATIVE

Così come pure le Normative Regionali, tengono conto delle caratteristiche architettoniche e di ruralità degli edifici, in particolar modo per ciò che riguarda l’altezza ed il volume dei locali, il rapporto aereo-illuminante e della dimensione e tipologia di attività da poter esercitare. Riguardo gli aspetti architettonici, la Normativa cerca di venire incontro alle esigenze ed ai problemi strutturali che si possono riscontrare qualora l’imprenditore agricolo sia in possesso di un rustico diciamo abbastanza vecchio. Nel Lazio ad esempio, in caso di nuova costruzione e ristrutturazione, la superficie minima di una camera con un solo letto deve essere di 7 mq, ed 11 mq con due letti, incrementandovi 4 mq per ogni letto aggiunto. Il tutto in un’altezza minima di 2,50 m. Qualora però le caratteristiche strutturali o architettoniche degli edifici rurali esistenti non permettano l’adeguamento in altezza al minimo previsto dalla Normativa, può essere consentita la riduzione dell’altezza fino al limite minimo di 2,20 m, a patto che il volume finale non sia inferiore a 18 mc per le camere ad un letto singolo ed a 23 mc per le camere a due letti. Viene inoltre considerata per sufficiente un rapporto minimo aereo-illuminante di 1/12, a differenza di nuova costruzione in cui il minimo richiesto è invece di 1/8. Ristrutturare un agriturismo nel Lazio.
Lo studio PoliHotelSolutions studia e progetta seguendo le Normative di tutti gli spazi, le finiture e gli arredi adatti a soddisfare le vostre esigenze negli agriturismi a Roma ed in tutta Italia. Contattateci per una consulenza o per un preventivo gratuito!

Ristrutturare un agriturismo secondo normative. Ristrutturazione settore agrituristico.

 

 

 

Share: Facebook, Twitter, Pinterest

Leave a Comment: